MAX VALIER

Il progetto prevede la ristrutturazione dell’edificio sotto tutela delle Belle Arti costruito nel 1720.
Tutte le finiture interne ed esterne e i materiali sono di prima qualità e sono selezionati in consultazione con le autorità competenti secondo la tradizione costruttiva storica. Gli interni sono stati progettati in collaborazione con l`arch. W. Angonese. Il concetto principale prevede la reinterpretazione degli elementi tradizionali delle feste tirolesi, per la definizione di elementi modulari che garantiscano la massima flessibilitá (pieghevoli e maneggevoli). I tavoli pieghevoli presentano inserti in legno di melo e pero. Box porta accessori e armadiature modulari completano l´arredo.

foto: J. Eheim